Welcome, skip to the content.

Da Melbourne a Sydney

1.380 chilometri circa, 18 ore di solo tragitto.

La meta è la strada: questo detto si adatta perfettamente alla Sydney Melbourne Coastal Drive. Tragitto in auto lungo la costa da una metropoli all'altra, con soste obbligate nella foresta pluviale e su spiagge isolate. Il tutto arricchito dall'ospitalità australiana, dall'ottima cucina e da vini eccellenti.

Il primo giorno si procede in direzione sud-est, verso Phillip Island. La strada prosegue lungo il mare verso il Wilsons Promontory e poi verso i Gippsland Lakes, fino a Metung.

Tra le attrazioni principali della Sydney Melbourne Coastal Drive ci sono i pinguini minori blu, a Phillip Island, che al tramonto sfilano lungo la spiaggia per tornare nelle loro tane. Poco più in là si trova il Wilsons Promontory, detto anche "The Prom", che oltre a essere la punta più meridionale del continente australiano è anche uno dei Parchi nazionali più amati del Victoria. In questa area protetta di 50.000 ettari vivono migliaia di canguri, emù, vombati e uccelli, come la rosella orientale.

I Gippsland Lakes sono una regione lacustre di circa 400 chilometri quadrati, separata dal mare dalle dune di sabbia della Ninety Mile Beach, che sembra non finire mai. Lungo il percorso s'incontra anche il Croajingolong National Park, dichiarato patrimonio mondiale, prima di attraversare il confine tra il Victoria e il New South Wales, vicino a Gipsy Point. Potete trovare maggiori informazioni su questa parte della Sydney-Melbourne Coastal Drive all'indirizzo sydneymelbournetouring.com.au

Gli imperdibili

Gli imperdibili

1° Giorno

Melbourne Sydney Coastal Drive

Da Melbourne a Phillip Island

197 chilometri, 2 ore e mezza di tragitto

Uscendo da Melbourne si prosegue verso sud sulla Bass Highway. Dopo circa un'ora si iniziano a vedere le spiagge della Mornington Peninsula. Partecipando a un'escursione in barca potrete avvistare i delfini e le foche, e persino fare il bagno insieme a loro. Un'esperienza indimenticabile. In alternativa potete noleggiare un kajak e organizzare un giro fai da te.  

Dopo esservi rinfrescati in mare, proseguite nell'entroterra verso le sorgenti calde e rilassatevi con un bagno termale in una Day Spa. A pranzo fermatevi in uno dei vigneti della zona e fatevi servire un bicchiere di uno dei nobili vini della regione.  

Nel Moonlit Sanctuary Wildlife Conservation Park potrete vedere da vicino gli animali tipici del territorio australiano. A questo punto potete circumnavigare la baia, al centro della quale si trova French Island, e raggiungere la vostra meta di oggi, Phillip Island.

Phillip Island è un paradiso della natura. Qui, dalla lingua di terra battezzata "The Nobbies" potete osservare le enormi colonie di foche, con oltre 20.000 esemplari che nuotano proprio davanti alla costa. Nell'entroterra, invece, vi aspettano i koala, gli opossum, i canguri e oltre 150 specie di uccelli.

Alla sera vi attende uno spettacolo imperdibile sul mare: si tratta della parata dei pinguini minori blu, che al tramonto escono dal mare e sfilano sulla spiaggia per tornare nelle loro tane. Vi consigliamo di prenotare per tempo una gita con una guardia forestale esperta, che vi accompagnerà molto vicino ai pinguini. Con questa esperienza unica si conclude il primo giorno.

2° Giorno

Melbourne Sydney Coastal Drive

Da Phillip Island al Wilsons Promontory

123 chilometri, 2 ore di tragitto

Dopo colazione, andate a trovare i koala nel loro habitat naturale. Nel Koala Conservation Centre salendo sulle Tree-Top-Walk, le passerelle sospese tra gli alberi, potrete guardare negli occhi i veri protagonisti nella fauna australiana.  

Già che ci siete, forse vi piacerebbe dare un'altra occhiata dall'alto a Phillip Island: partecipando a un'escursione in elicottero avrete una visuale completamente diversa su questa isola naturale estremamente varia.

A questo punto si prosegue verso il punto più meridionale del continente australiano, il Wilsons Promontory National Park, o semplicemente "The Prom". La penisola è un paradiso per gli escursionisti: grazie ai sentieri battuti e ben segnati è facile orientarsi.  

Anche qui potrete immortalare facilmente degli splendidi animali: il tramonto è il momento migliore per avvistare canguri, wallaby, vombati, opossum, emù, kookaburra e pappagalli.

Dopo una camminata di 18 chilometri, dal Tidal River si raggiunge il South Point. Qui vi trovate nel punto più a sud del continente australiano, davanti al faro del Wilsons Promontory, costruito nel 1859. Se volete potete anche trascorrere la notte in uno dei tre storici cottage in cui una volta abitava il guardiano del faro.

Gli imperdibili

Gli imperdibili

3° Giorno

Melbourne Sydney Coastal Drive

Dal Wilsons Promontory a Metung

264 chilometri, 3 ore e mezza di tragitto

Al mattino è prevista la scalata del Monte Oberon, da cui si gode di una vista panoramica sulla costa rocciosa e le insenature di sabbia fine del Parco Nazionale. Segue una passeggiata ricca di contrasti, lungo la Lilly Pilly Gully Walk. Il sentiero passa tra gli alberi di eucalipto e attraversa la brughiera, fino ad arrivare alla foresta pluviale.

A est del Wilsons Promontory si prosegue sulla South Gippsland Highway, attraverso fitte foreste e accanto a bucoliche fattorie, fino ad arrivare ai Gippsland Lakes. Questa regione lacustre di 400 chilometri quadrati è la rete di laghi interni più vasta dell'emisfero australe.

Qui la vera protagonista è l'acqua. Una striscia di dune alte 40 metri separa il lago King, il lago Victoria e il lago Wellington dalla Ninety Mile Beach, una spiaggia che si estende per 145 chilometri. Queste coste attraggono surfisti, velisti, canoisti, escursionisti, pescatori o semplici bagnanti che non vogliono rinunciare alla tintarella.

Partecipando a una gita in barca, con partenza da Paynesville o da Metung, potrete osservare i delfini, le foche e le aquile di mare. Alla sera potete scegliere un ristorante, sedervi in terrazza e sorseggiare del buon vino alla luce del tramonto.

4° Giorno

Melbourne Sydney Coastal Drive

Da Metung a Mallacoota

226 chilometri, 3 ore di tragitto

Il programma di oggi prevede un'esperienza a contatto con la natura. Uscendo da Metung si procede verso est, sulla Highway A1. La prima tappa è nella località di villeggiatura Lakes Entrance, l'unico punto in cui il mare e i Gippsland Lakes si toccano.

Da qui ci si dirige verso il Cape Conran Coastal Park. Da Orbost bisogna svoltare e proseguire in direzione di Marlo. Cercate un parcheggio e prendetevi un po' di tempo per una passeggiata nel bush, in compagnia di canguri, koala ed emù.  

Dopo essere tornati sulla Highway, proseguite ancora verso est. È d'obbligo una tappa sulla costa. Qui, parallelamente alla strada, per circa 100 chilometri si estende il Croajingolong National Park. Questo paradiso della natura, popolato da oltre 1.000 specie di piante e 300 varietà di uccelli, è stato dichiarato patrimonio mondiale dall'UNESCO.  

Una delle attrazioni di questa zona sono le enormi dune di sabbia sul Thurra River. Dal Point Higgs Lighthouse si gode di una vista spettacolare, se non ci si fa spaventare dai 162 gradini per salire in cima al faro. Nel Croajingolong National Park è anche possibile fare sport, noleggiando un kajak o una bicicletta.

La meta dell'itinerario di oggi è la località costiera di Mallacoota, uno dei luoghi più isolati del Victoria. Per finire al meglio la giornata potete fare una grigliata sulle dune e osservare i delfini e le foche che giocano nello stretto di Bass. In alternativa potete trascorrere la notte a Gipsy Point, sulla rive di Mallacoota Inlet.

5° Giorno

Melbourne Sydney Coastal Drive

Da Mallacoota a Narooma

214 chilometri, 3 ore di tragitto

Dopo una nuotata rinfrescante in una spiaggia isolata potete andare alla scoperta dell'insenatura di Mallacoota. Scegliete voi se preferite correre lungo la riva o costeggiare le verdi baie a bordo di una barca.

È il momento di dire arrivederci al Victoria: a Gipsy Point si attraversa il confine di Stato e si entra nello Stato federale del Nuovo Galles del Sud. Proseguendo il vostro cammino lungo la costa incontrerete una serie di parchi nazionali e marini.

L'ex centro della caccia alla balena, Eden, è ancora frequentato dai mammiferi di mare, che ci passano davanti mentre migrano verso nord. Nel Killer Whale Museum potrete scoprire quanto siano state importanti le balene nella storia della città.

Nella località di villeggiatura di Merimbula vi attendono spiagge da sogno e ottimi ristoranti di pesce. Il Mimosa Rocks National Park vi svelerà i suoi boschi, le spiagge, le grotte marine, le lagune e i promontori. La nostalgica località di Tilba Tilba vi aspetta con le sue casette restaurate dei tempi della corsa all'oro. Questo è il luogo ideale per acquistare qualche souvenir.   

L'area naturale protetta nei pressi di Narooma è uno dei luoghi preferiti da delfini, foche e tartarughe, e ospita una colonia di pinguini. Prenotate una gita a Montague Island: qui vive l'unica colonia di otarie dello stato del Nuovo Galles del Sud. Se avete fortuna, l'obiettivo del vostro cannocchiale inquadrerà anche un'aquila di mare.

Alla sera potete gustare una cena a base di frutti di mare. Narooma è nota e apprezzata per le sue ostriche, che qui vengono allevate da oltre 100 anni. Buon appetito!

6° Giorno

Melbourne Sydney Coastal Drive

Da Narooma alla Jervis Bay

175 chilometri, 2 ore e mezza di tragitto

Dopo colazione non c'è niente di meglio di una passeggiata mattutina sulla spiaggia, verso le Glasshouse Rocks, che insieme ai 12 Apostoli sono una delle attrazioni più fotografate della costa. Restate a osservare i surfisti, oppure tuffatevi anche voi tra le onde.

La tappa successiva è la nota località di villeggiatura di Batemans Bay. Potete godervi il sole e le spiagge in una delle numerose insenature, oppure fare una gita sul fiume più pulito dell'Australia, il Clyde River, che qui sfocia nel mare.  

Alcuni chilometri a nord di Batemans Bay vi aspetta un piacevole incontro con la fauna locale: sulla Pebbly Beach vi capiterà di vedere i canguri che saltellano sulla spiaggia. Per il pranzo vi consigliamo Ulladulla, un'altra graziosa località sulla costa. Scegliete uno dei ristoranti sul porto.  

Procedendo ancora verso nord lasciate la Highway e prendete la strada che conduce verso la Jervis Bay. Sulla Hyams Beach troverete la sabbia più bianca del mondo, come è riportato dal Guinness dei primati. 

Con un po' di fortuna potrete avvistare balene e delfini anche dalla spiaggia. Se invece volete andare a colpo sicuro, prenotate un'escursione in barca. Dopo un giorno ricco di esperienze indimenticabili, rifugiatevi in uno degli Eco-Resorts della Jervis Bay, nel cuore della natura.

7° Giorno

Melbourne Sydney Coastal Drive

Dalla Jervis Bay a Sydney

185 chilometri, 3 ore di tragitto

Tenete libera la mattinata per un tour nel Jervis Bay National Park. Nella boscaglia e nelle zone umide vivono specie di uccelli rari e a rischio di estinzione. Le guardie forestali vi spiegheranno perché qui le spiagge sono di un bianco così splendente.

Più a nord incontrerete Shoalhaven, con i suoi café e suoi pub: il luogo ideale per una pausa. Berry è piena di gallerie d'arte e negozi di antichità. A Kiama, un villaggio di pescatori che si trova circa un'ora e mezza a sud di Sydney, vedrete quello che probabilmente è il "Blowhole" (sfiatatoio) più grande del mondo, cioè un geyser di acqua di mare da cui zampillano fontane d'acqua che sembrano toccare il cielo.   

Procedendo per un paio di chilometri nell'entroterra potrete vivere un'altra esperienza indimenticabile: la passerella Illawarra Fly Treetop Walk vi porterà sulle cime degli alberi, dove a un'altezza massima di 50 metri dal suolo osserverete gli alberi giganti da una prospettiva del tutto nuova. Questa passeggiata ad altezza vertiginosa dura un'ora abbondante.

Una volta tornati sulla Highway, procedete verso nord. Qui, la Grand Pacific Drive non ha nulla da invidiare alla Highway 1 della California. Questa strada si snoda lungo la spettacolare costa rocciosa, dove si alternano ripidi pendii, insenature e spiagge. Il Sea Cliff Bridge è stato costruito direttamente in mare. È giunto il momento di lasciare la costa e farsi sedurre dalla città più grande dell'Australia: Sydney.